La nascita di ogni singolo progetto avviene nel reparto prototipi. Dopo aver avviato una consulenza interna con i tecnici e capi reparto si inizia a dar vita all’impianto di scarico. A seguito della creazione del prototipo vengono effettuati diversi test (es. rumore, inquinamento, prestazioni, resistenza dei materiali), superati i quali viene avviata la produzione per immettere sul mercato il prodotto.

Il primo passaggio del processo di produzione si svolge nella zona denominata taglio tubi, ove le barre di tubo vengono lavorate da macchine operatrici che provvedono a tagliare gli elementi che andranno a comporre i vari modelli di impianti di scarico.Tali elementi verranno successivamente elaborati nel reparto denominato piega tubi, ove si opererà per conferire a un tubo, di un determinato diametro e spessore, una specifica raggiatura o angolatura.
Il reparto denominato stampaggio svolge l’attività di stampa a freddo dei materiali metallici mediante l’utilizzo di presse.
Il reparto si avvale anche dell’utilizzo di cesoie pneumatiche e calandre manuali per lavorare i vari spezzoni di lamiera che andranno a comporre l’impianto di scarico. In seguito i pezzi semilavorati vengono avviati alle successive operazioni, costituite dalle procedure di assemblaggio e saldatura, che sono di tipo TIG o MIG.

La costruzione degli impianti di scarico prosegue infine nella zona denominata assemblaggio, ove l’impianto di scarico viene infine assemblato in ogni suo particolare, finito, controllata la qualità del prodotto, confezionato e avviato al magazzino pronto per la spedizione.
DAL 1969
ATTENZIONE E CURA PER IL DETTAGLIOTutti gli impianti di scarico TERMIGNONI sono realizzati in sede, dal progetto tecnico fino alla spedizione, utilizzando i migliori materiali come l'Acciaio Inox, l'Alluminio, il Carbonio, il Titanio e l'Inconel.